Come arredare un bagno lungo e stretto

Spesso presente nelle abitazioni anni ‘60 e ‘70, il bagno stretto e lungo è una delle sfide progettuali più interessanti da affrontare: ecco i nostri suggerimenti per arredarlo e organizzarlo sfruttando le soluzioni di design contemporaneo. 

Per bagno stretto e lungo si intende un bagno di pianta rettangolare in cui il lato corto spesso non consente nemmeno l’affiancamento dei due sanitari, pertanto tutti gli elementi d’arredo vengono spesso allineati sul lato lungo. 

Le criticità di questo tipo di bagni sono rappresentate:

  • dal posizionamento di porte e finestre, che spesso vincola i due lati corti;
  • dalla difficoltà di intervenire sugli scarichi per posizionare meglio i sanitari (nel caso di ristrutturazione);
  • dalla necessità di trovare il modo migliore per inserire gli elementi con maggiore profondità (come vasca, doccia o lavatrice).

Come organizzare un bagno lungo e stretto

Affrontiamo ora in dettaglio alcune delle situazioni più comuni:

1 – Bagno lungo e stretto con doccia

Una delle soluzioni più comuni per il posizionamento del box doccia in un bagno lungo e stretto è quella di utilizzare tutta la parete di fondo per creare una zona doccia da chiudere con porta o lasciare aperta con un vetro walk-in.

Se non si vuole coprire (anche se solo parzialmente) la parete finestrata l’alternativa è quella di allineare anche il box doccia sul lato lungo del bagno. In alcuni casi viene proposto un box doccia su tre lati posizionato centralmente sul lato lungo, o una doccia passante che spezza la lunghezza dell’ambiente: proposta meno comune che a volte risolve però alcune difficoltà progettuali permettendo di avere una zona doccia grande nonostante le dimensioni dell’ambiente.

Ad ogni modo grazie alla possibilità di realizzare piatti doccia anche su misura, le dimensioni della zona doccia oggi non rappresentano mai un limite progettuale.

Attenzione all’apertura della porta doccia soprattutto nei bagni stretti: quale scegliere?

Doccia e vasca nello stesso bagno? Ecco come fare

Bagno piccolo e stretto? Ecco i box doccia salvaspazio

In alternativa al walk-in, a seconda della posizione della finestra può essere inserita una chiusura doccia con porta posizionata lateramente o centralmente, come in questo esempio (Easy, Disenia).

2 – bagno lungo e stretto con vasca

In un bagno stretto e lungo la vasca può essere posizionata sulla parete corta di fondo (enfatizzata da un rivestimento scenografico, perché no) o su quella lunga, all’inizio del bagno.

Una vasca standard misura 70 x 170 cm: è la dimensione più comune e utilizzata… ma per fortuna oggi esistono soluzioni diverse e versatili per garantire relax anche in spazi più ridotti. Se freestanding, può anche essere posizionata in diagonale in uno dei due angoli di fondo, in modo da creare movimento in un bagno molto lungo.

Il bagno è in ristrutturazione? Come sostituire la vecchia vasca con una di design?

E ora come scegliere la nuova vasca?

E se invece fosse meglio la doccia?

Levante è una delle ultime vasche da bagno proposte da Disenia. Misura 140×78 cm: il massimo del benessere per i piccoli spazi.

3 – Bagno lungo e stretto: dove posizionare i sanitari?

Water e bidet occupano, affiancati, 127 cm: questo almeno secondo la normativa, che stabilisce le distanze minime tra i due (20 cm) e tra essi e le pareti (20 cm per il bidet, 15 per il wc), considerando una larghezza standard di 36 cm del singolo sanitario. Ciò significa che se il lato corto di un bagno lungo e stretto è inferiore ai 127 cm, questi andranno necessariamente allineati sul lato lungo.

Se il lato corto misura minimo 165 cm, i sanitari potrebbero essere posizionati uno di fronte all’altro, in una delle disposizioni forse meno amate ma pur sempre funzionali e adottabili in caso sia difficile spostare gli scarichi. In questo modo si libera spazio sul lato lungo per disporre mobile e doccia (o vasca).

4 – Bagno lungo e stretto con lavatrice

Se il bagno ospita lo spazio lavanderia, bisogna considerare non solo la profondità della lavatrice ma anche il fatto che il mobile che eventualmente dovrà ospitarla è in genere ancora più profondo. Se la larghezza del bagno lo consente, si può creare una nicchia lavanderia proprio all’ingresso del bagno, con una spalletta di separazione o un armadio contenitivo. In alternativa, la lavatrice può essere integrata nel mobile da bagno con l’apposito modulo, sia sul lato lungo sia sul lato corto: la parete di fondo, infatti, può essere ideale per posizionare mobili molto profondi (in questo caso vasca o doccia possono essere inserite all’ingresso del bagno).

Sulla lavanderia in bagno abbiamo pubblicato diversi approfondimenti:

Creare una composizione in linea è una delle possibilità offerte da Spazio Time, collezione Ideagroup pensata per la lavanderia contemporanea ma perfetta per arredare il bagno.

Arredare un bagno piccolo e stretto

Una volta definita la posizione di sanitari, doccia e/o vasca, lo spazio rimanente può essere dedicato al mobile da bagno (o anche al solo lavabo), che può avere dimensioni differenti: le collezioni d’arredo sono oggi per lo più componibili e adattabili a qualsiasi spazio, sia in larghezza che in profondità.

Un mobile da bagno stretto ma capiente può avere una profondità minima di 36 cm, ridotta rispetto a quella standard (50cm). In questo modo si lascia un passaggio più agevole, considerando l’ingombro che avrebbero i cassettoni (o le ante). Le infinite possibilità compositive dei mobili da bagno moderni consentono di aggiungere pensili e colonne non necessariamente adiacenti al lavabo ma posizionati anche sulle altre pareti, spazi e profondità permettendo.

In foto una base a terra con cassettoni profonda soli 36 cm: il lavabo proposto per Cubik permette di sfruttare ogni centimetro utile e di non perdere capienza.

Diversamente da quanto si pensi, arredare un bagno lungo e stretto può essere una sfida interessante e il risultato può diventare molto originale: affidati sempre a un/a professionista della progettazione d’interni per valutare tutte le possibilità offerte oggi dal mercato. Visita una delle rivendite Ideagroup per sfogliare dal vivo i nostri cataloghi e vedere le collezioni esposte, e non dimenticare di iscriverti alla newsletter per non perderti di volta in volta le novità!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Potrebbe piacerti anche