Come scegliere il colore delle pareti del bagno

Pareti bianche e piastrelle decorate o pareti colorate e piastrelle neutre? Rivestimenti neutri e mobili colorati o viceversa? Colori intensi e accesi o sfumature delicate e desaturate? La scelta del colore del bagno è una fase molto delicata, perché è strettamente correlata al progetto d’arredo d’insieme e alla scelta dei materiali e delle finiture. Nel post alcuni suggerimenti per scegliere il colore del bagno e non pentirsene!

È uno dei trend più forti del momento: arredare il bagno con il colore. Stanchi dell’eccessivo minimalismo o dell’anonimato (secondo alcuni) del bianco e nero, del beige e del greige, del grigio e del panna, l’interior design punta sul colore, e anche la stanza da bagno diventa una tavolozza su cui dare libero sfogo alla propria creatività.

Prendi ispirazione da come abbiamo interpretato il trend colore a Cersaie 2018 con Sense, Dolcevita, Dogma e Nyù »

Collezione Nyù by Aqua: il legno chiaro si può abbinare a qualsiasi sfumatura, più o meno accesa.

Scegliere il colore delle pareti in bagno oggi significa definire la palette cromatica dell’intero progetto d’arredo, e coordinare in modo coerente tutti gli elementi che compongono l’ambiente. Non si può, infatti, non tenere conto di finiture e materiali scelti: legno, marmo, pietra, metallo o vetro modificano radicalmente l’aspetto della stanza, dunque il colore va definito anche in base a questi parametri, valutando anche la diversa riflessione della luce su ciascuno di essi.

Non esistono i colori giusti per il bagno: non è possibile stabilire a priori quali siano le migliori sfumature cromatiche per questa stanza, perché il gusto personale influenza (giustamente) in modo decisivo la scelta. Esistono però delle linee guida da seguire per non esagerare, per non creare accostamenti azzardati e per dosare al meglio le palette in modo che il risultato sia esteticamente armonioso.

Come procedere dunque per scegliere i colori del bagno?

Andando con ordine, facendo una lista degli elementi decorativi da inserire per poi stabilire le priorità progettuali in base alle preferenze personali.

1 | Materiali e finiture dei mobili da bagno

Le proposte di arredo bagno contemporaneo permettono un’ampia possibilità di personalizzazione: frontali e ante dei mobili da bagno, telaio delle cabine doccia, accessori da bagno, mensole e complementi d’arredo. Non c’è di fatto limite alle interpretazioni progettuali e la scelta cromatica delle pareti del bagno, come dicevamo poco più sopra, dipende necessariamente dalla definizione di tutti gli altri elementi.

Se l’arredo bagno è in tinte neutre, per esempio, si può puntare sul colore delle pareti per caratterizzare l’ambiente. In questo modo basterà ridipingere i muri per rinnovare totalmente il bagno. Al contrario, una composizione con una tinta forte può essere l’elemento protagonista in un ambiente dalle pareti neutre (come nelle foto seguenti).

Collezione Dolcevita al Cersaie 2017 in versione laccata opaca: un colore forte viene enfatizzato al meglio su una parete molto chiara o bianca. Photo credits: Davide Buscaglia

Ami il Marmo e lo stile industriale?
Dogma by Aqua fa per te »

Una sola collezione, infiniti stili:
scopri la nuovissima Form »

Se si preferiscono rivestimenti e pareti neutre, dunque, si può puntare esclusivamente sull’arredo bagno: mobili da bagno moderni e colorati possono caratterizzare l’interno non solo grazie alle laccature (opache, lucide, metallizzate) ma anche attraverso pattern e venature di marmi, superfici soft touch come il Fenix Ntm o il Corian decorato. Colore non significa soltanto grandi superfici, insomma, ma anche dettagli, accenti, sfumature accennate.

Collezione Sense by Aqua proposta in Fenix NTM (disponibile in tutte le colorazioni della gamma Ideagroup)
Arredo bagno Dogma by Aqua di Ideagroup in Rovere Naturale, gres effetto marmo statuario e lavabo in Cristalplant
Dogma by Aqua – Composizione d.01 Arredo bagno Dogma by Aqua di Ideagroup in Rovere Naturale, gres effetto marmo statuario e lavabo in Cristalplant

2 | Telaio del box doccia, accessori e rubinetteria

Anche questi elementi d’arredo incidono sulla scelta cromatica del bagno, soprattutto oggi che vengono proposti in decine di colori differenti. Negli ultimi anni si sono moltiplicate, per esempio, le finiture dei telai dei box doccia, che può essere coordinato con rubinetteria e accessori (o persino con la laccatura metallizzata dei mobili e dei lavabi).

In questo caso, è preferibile lasciare la priorità agli accenti metallici e al dettaglio piuttosto che a un colore in bagno troppo d’impatto. Nelle foto che seguono, 3 ispirazioni completamente differenti: nella prima l’elemento prioritario è proprio il colore della rubinetteria e degli elementi di metallo, nella seconda si parte da questi per riproporre la finitura perfino su lavabo e mobili, e nella terza è il mobile da bagno ad essere rivestito con una laccatura metal colorata.

Collezione Dolcevita: il tono neutro delle pareti fa da sfondo perfetto per esaltare la composizione scura, impreziosita dalla luminosità della finitura di accessori e rubinetteria
Collezione Sense al Cersaie 2018: la laccatura metallizzata è identica per il lavabo freestanding, i vani a giorno e i profili del box doccia – Photo credits: Davide Buscaglia
Collezione Dogma @ ISH 2019: In foto una composizione laccata metal rame – Photo credits Davide Buscaglia

3 | Stile del bagno

Infinite, anche lo stile del bagno influenza la scelta cromatica dei vari elementi d’arredo.

Gli amanti dello stile nordico non amano le tinte accese, preferendo una palette fredda e tinte chiare e luminose (grigio ghiaccio o celeste ad esempio) abbinate al legno chiaro; chi predilige lo stile vintage può apprezzare le finiture metalliche luminose e le sfumature del beige, così come i fan dello stile industriale potrebbero optare per scelte rigorose ed elementi metallici in contrasto. Un bagno giovane ed easy potrebbe invece puntare sull’elemento colore come caratteristica principale dell’ambiente, sfruttando la variegata palette cromatica oggi disponibile.

Collezione Form | Stile moderno, ispirazione scandinava

Per il bagno moderno le opzioni sono tantissime e decisamente di tendenza: potete scegliere i toni del verde o del turchese, o tinte più neutre come il tortora o il color carta da zucchero. Potete anche scegliere il nero, o altro colore molto scuro, per una parete a contrasto (una sola!) su un mobile chiaro: lo metterà ancora più in evidenza, senza risultare pesante.

Per un bagno classico la scelta solitamente è tradizionale e ricade su tinte neutre come il beige e il grigio. Per un tocco più personale scegliete anche in questo caso una parete a contrasto, in un colore come il bordeaux.

Lo stile shabby chic punta invece a colorazioni meno classiche ma sobrie: lavanda, verde salvia e azzurro, solitamente abbinati a un arredo bagno in materiali naturali come il legno. Per la casa dall’arredo etnico le tinte sono molto simili: lilla e verde muschio.

Come scegliere colore pareti bagno: cubik ecomalta ecru con muro bianco
Collezione Cubik in Ecomalta (Koupelny Glamur, Repubblica Ceca)

Scegliere il colore delle pareti per il bagno piccolo

Spesso si ritiene che i colori chiari siano la scelta migliore in un bagno piccolo, ma non sempre è così. Un colore in contrasto, scelto per enfatizzare una sola parete, o la zona doccia, o magari il soffitto (perché no), possono dare un carattere unico al bagno senza appesantire necessariamente l’ambiente. È sempre bene valutare l’insieme considerando anche la scelta dell’illuminazione artificiale e l’incidenza di quella naturale.

Collezione Nyù by Aqua
Collezione Nyù by Aqua
come scegliere colore pareti bagno piccolo
Collezione Nyù by Aqua

Scegliere i colori del bagno senza pentirsene!

Un consiglio universale è quello di non seguire ostinatamente le mode passeggere o i trend temporanei, riflettendo bene sui propri gusti e sulla possibilità che un colore troppo particolare possa stancare. Ad ogni modo, per essere aggiornati sulle tendenze per i colori del bagno è utile seguire le manifestazioni di maggiore interesse per il settore arredo bagno, come il Cersaie o il Salone del Bagno.

Collezione Form, versione laccata in due colori differenti per i vani a giorno e i cassetti. Una soluzione bicolore può aiutare a creare una composizione originale e dal forte impatto cromatico, da abbinare a una parete neutra.
Collezione Form, in questa versione il colore intenso ha un forte impatto anche grazie al fatto che la composizione è a terra, non sospesa. Meglio dunque lasciare le pareti neutre per esaltarla al meglio!

Cover: Photo by Max Di Capua on Unsplash

5 Comments

  • 7 aprile 2017 at 12:19 — Reply

    Articolo con spunti interessanti. Bravi

    • Ideagroup
      Ideagroup (Author)
      10 aprile 2017 at 11:53 — Reply

      Grazie mille!

  • 18 agosto 2017 at 20:21 — Reply

    Argomento sempre valido sopratutto nel periodo estivo torna utile.

  • 24 maggio 2019 at 10:17 — Reply

    bell’articolo! é bene tenere anche in considerazione l’illuminazione che si andrà a mettere: se si usano profili led nei mobili bagno bisogna tenere conto dell’effetto della luce, perché è ben diversa da quella naturale

    • Ideagroup
      31 maggio 2019 at 16:50 — Reply

      Ciao Leandro,
      siamo felici che il nostro articolo ti sia piaciuto. Il tuo feedback e interesse sono importanti per noi.
      Il tema dell’illuminazione sarà uno dei prossimi articoli in programma.
      Ti auguriamo un buon fine settimana.

Lascia un commento

Per offrirti il miglior servizio possibile, in questo sito utilizziamo i cookies. Continuando la navigazione ne autorizzi l'uso. OK Maggiori informazioni