C’è ma non si vede: come nascondere la lavatrice in bagno

4 idee per rendere invisibile la lavatrice con stile e design.

Si tratta di una richiesta molto frequente: nascondere la lavatrice in bagno è un’esigenza che nasce quando non è possibile organizzare una piccola lavanderia in altre zone della casa ma si preferisce non lasciare l’elettrodomestico a vista per motivi estetici.

Quali sono allora i mobili per nascondere la lavatrice nel modo corretto?

Prima di affrontare la questione pratica, un breve consiglio per nulla scontato: non tutte le lavatrici, infatti, sono progettate per l’incasso. Ciò significa – punto primo – che sono molto più ingombranti e – punto secondo – che potrebbero creare eccessiva condensa all’interno di un mobile chiuso. Prima di cercare, dunque, un mobile per nascondere la lavatrice, assicuriamoci che questa sia un modello da incasso.

Detto questo, ecco le soluzioni d’arredo per rendere la lavatrice invisibile ma comodamente inserita in bagno.

Sul nostro blog abbiamo affrontato diverse volta il tema lavanderia. Ecco una carrellata di post imperdibili che approfondiscono i vari argomenti:

> Come organizzare una minilavanderia in bagno

> Lavanderia invisibile: come progettarla in bagno

> Organizzare e attrezzare i mobili della lavanderia

#1
Mobile chiuso per lavatrice: come inserirlo in bagno

In un piccolo bagno può non essere facile inserire la lavatrice. Se, però, non ci sono alternative, la migliore soluzione è nasconderla all’interno di un mobile a terra appositamente progettato, con due ante battenti.  

A seconda della profondità dell’elettrodomestico (esistono modelli salvaspazio o modelli di dimensioni standard) è possibile optare per moduli differenti, da affiancare alla base portalavabo o agli altri vani chiusi o a giorno.

Nascondere la lavatrice in bagno con una base a due ante: in foto, la collezione lineare e giovanile Smyle, con la caratteristica maniglia a gola.

La collezione Smyle propone una base portalavatrice di dimensioni 70×87,5 cm, con tre diverse profondità (50, 60 e 65 cm), alla quale possono essere affiancate anche basi di diversa larghezza (35, 40, 60 e 90 cm). Qui trovi tutte le basi disponibili per progettare un bagno con lavatrice!

Nascondere la lavatrice in bagno con stile, coordinando il design della stanza da bagno, è quindi possibile grazie alle collezioni di arredo bagno contemporaneo, che offrono spesso le basi progettate proprio per nascondere le aree operative (vani scopa e aspirapolvere, detersivi, asciugatrice e lavatrice, scarpiera, ecc…).

La base a due ante battenti è una soluzione smart che permette di inserire l’elettrodomestico in modo discreto ed elegante rendendolo praticamente invisibile. Nei moduli affiancabili, sospesi, pensili o a terra, si possono poi organizzare i prodotti necessari per il lavaggio e la cura dei capi. 

Nascondere la lavatrice in bagno con una base a due ante: in foto, la collezione elegante e senza tempo Dressy, con anta a telaio e la comoda maniglia.

Anche la collezione Dressy propone una base portalavatrice di dimensioni 70×87,5 cm, con tre diverse profondità (50, 60 e 65 cm), alla quale possono essere affiancate basi di diversa larghezza (35, 40, 60 e 90 cm). Qui trovi tutte le basi disponibili per progettare un bagno con lavatrice!

#2
Armadio portalavatrice: una minilavanderia a scomparsa

Se è possibile sfruttare lo spazio a tutt’altezza, una seconda soluzione è quella di inserire un vero e proprio armadio lavanderia che, oltre a nascondere la lavatrice in bagno, è anche attrezzabile internamente con ripiani e accessori utili a riporre detergenti, biancheria e il resto dell’occorrente.

Minilavanderia in bagno: nascondere lavatrice, asciugatrice e accessori in un armadio: in questo post ne abbiamo parlato in modo approfondito con numerose ispirazioni tratte dalla collezione Spazio Time.

#3
Nicchie e rientranze per nascondere la lavatrice

Se la pianta del bagno lo permette, si può sfruttare in modo funzionale una nicchia all’interno della quale nascondere elettrodomestici e accessori per lavanderia. In questo caso, mobili e armadi possono essere a loro volta incassati nella nicchia (attenzione al rilievo misure per evitare che ci siano problemi in fase di incasso e apertura ante). A volte questa opzione è realizzabile negli antibagni, così da trasferire all’esterno ciò che in bagno non ci sta: anche in questo caso tutto viene nascosto alla vista e ben organizzato. 

#4
Comprare una lavatrice bella (e inserirla in un mobile di design)

Nascondere la lavatrice è spesso la priorità ma concludiamo questo articolo considerando un’ultima alternativa: quella di inserirla solo parzialmente all’interno di un mobile, soprattutto nel caso in cui non sia possibile acquistarne una da incasso. 

Si tratta di una soluzione ibrida: le strutture perimetrali suddividono e organizzano lo spazio in altezza senza però ante o altri sistemi di chiusura fissi. Nulla vieta, poi, di utilizzare una tenda di lino o altro tessuto naturale per chiudere il tutto con un tocco di stile country chic.

Un altro esempio tratto dalla collezione Spazio Time: lavatrice e asciugatrice sono a vista, ma lo spazio interno è ben attrezzato con vani a giorno e cestoni

Scopri tutte le soluzioni d’arredo per la lavanderia

Che ne dici? Abbiamo considerato numerose soluzioni d’arredo per nascondere la lavatrice in bagno, dalle più chiuse alle versioni ibride: non ti resta che trovare quella più giusta per la tua casa. Visita uno dei nostri rivenditori per vederle dal vivo e organizzare al meglio la tua mini lavanderia casalinga! 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Potrebbe piacerti anche