Decluttering di inizio anno, anche in bagno!

Avete già preparato la lista dei buoni propositi per l’anno nuovo? Forse sì, forse no, forse (ma speriamo di no) ne avete già lasciato perdere qualcuno. Non c’è momento migliore però per migliorare la vostra casa: sfruttate le giornate grigie e di pioggia per mettervi all’opera, piuttosto che continuare a procrastinare.

Oggi parliamo proprio di questo, dedicandoci nello specifico all’ormai celebre decluttering, ovviamente in chiave bagno!

Cosa significa decluttering?

Decluttering significa liberarsi del superfluo, a livello materiale ma anche metaforico. Nella pratica si parla quindi di eliminare gli sprechi, gli oggetti inutili, organizzare in modo efficace e pulire; il tutto con l’obiettivo di una casa più efficiente ed esteticamente piacevole.

Il suo successo si deve alla scrittrice giapponese Marie Kondo e al suo libro “Il magico potere del riordino”: un fenomeno a livello mondiale, con più di 3 milioni di copie vendute in 30 paesi.

mobile bagno sospeso ideagroup sense by aqua bicolore in fenix ntm
Collezione Sense by Aqua in Fenix NTM Bianco Malè e Grigio Londra

Decluttering del bagno in 3 semplici mosse

Secondo Marie Kondo una casa ordinata, priva di oggetti inutili e minimalista a livello estremo, rende sereni e felici. Ovviamente una modalità così radicale non è adatta a tutti, ma la sua versione più soft è invece indicata a ogni casa.

Pronti a mettere in pratica qualche consiglio base nel vostro bagno?

  1. Svuotare
    Come per le pulizie di primavera, il primo passo è svuotare completamente armadietti, pensili e mensole. Non lasciate neanche una forcina nei vostri mobili bagno: tutto dev’essere intonso (anche per pulire ogni vano al meglio).
    Portate tutto in una stanza, in modo che ogni oggetto sia visibile.
  2. Selezionare
    Suddividete tutti gli oggetti del vostro bagno in categorie: biancheria, detergenti, cosmetici, medicinali… Passate quindi gruppo per gruppo e chiedetevi cosa non usate più o semplicemente è scaduto.
    Buttate quindi tutto ciò che è inutilizzabile e trovate una nuova vita per il resto: potete donare la biancheria a chi ne ha bisogno ad esempio!
  3. Riorganizzare
    Riponete il tutto nei mobili, facendo attenzione a lasciare a portata di mano prodotti in scadenza e oggetti di uso quotidiano.

Il mantenimento

Il decluttering non è ovviamente un lavoro da tutti i giorni. I suoi risultati possono però essere mantenuti nel tempo, creando delle buone abitudini in grado di fare risparmiare tempo in futuro.

Eccone qualcuna!

  • controllate mensilmente la scadenza di medicinali e cosmetici;
  • prima di acquistare nuovi prodotti, assicuratevi di aver finito (o quasi) quelli che avete già a disposizione;
  • mantenete i prodotti organizzati e a portata di mano: avrete così sempre a mente cosa avete in casa.
Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Potrebbe piacerti anche